Calciopoli: l’intercettazione integrale di Pradè

di Redazione 1

Calciopoli: riportiamo l’intercettazione telefonica integrale della telefonata tra il direttore sportivo giallorosso Daniele Pradè e l’ex vicepresidente Figc Innocenzo Mazzini del 21 maggio 2005, alla vigilia di Atalanta-Roma 0-1.

Mazzini chiama Pradè.
Mazzini. “Non rispondi più al telefono? Ti sei montato il capo anche te, per una vittoria, ora?”
Pradé. “Ma chi è?”
M. “Sono Innocenzo Mazzini, sono il tuo presidente…”
P. “Mamma mia, ma come è possibile che non rispondo a te, ma scherzi. Con  quello che stai facendo per noi. Non lo avevo sentito Innocenzo…Ce l’ho… Avevo il vibra….”
M. “Dimmi un po’ come tu vai”
P. “Eh, che ci devi da’… Lo sai che punto molto su di te eh?”
M. “Oh, che devo fare di più?”
P. “Niente, devo passare domani e poi c’è un grande futuro. E anzi, se passate domani mi piacerebbe tanto incontrarti e paralrti. Anche la dottoressa Sensi. Incontrarci”
M. “Oh, domani grande, eh…”
P. “Io so tanto preoccupato per domani eh”
M. “Anche io so tanto preoccupato. Oh, ma quegli emeriti cretini che tu hai nella squadra hanno rivoglia, hanno entusiasmo o sono sempre sbragati?”
P. “So sempre come… La partita l’altro giorno l’abbiamo vinta perché quando c’è in campo Francesco può succede di tutto”.
M. “Ho capito, ho capito…Guarda che loro è una squadra eh”.
P. “Lo so che loro so’ una squadra”.
M. “L’ho visto a Firenze l’han presi a pallate, eh, come squadra. Mi capisci”
P. “Grazie che mi dai sta…me metti st’ansia addosso”
M. “No, perchè ho perché visto che han il ragazzo bravo bravo sulla destra lo han squalificato mi sembra”
P. “Squalificato lui e non gioca neanche Natali. E’ importante questo”.
M. “Perché sto spilungone le ributa…Capito?”
P. “Motta, è un buon giocatore, questo”
M. “L’ha chiesto Natali di dar la capocciata, la ributta su la palla eh? Mancan sti due, son due pedine importanti”.
P. “Vero vero…”
M. “Comunque troverai un ambientino… Meno male che tu sei tutelato molto… Perché c’è un grande arbitro”
P. “Quanto grande?”
M. “Grandissimo…”
P. “Vabbò…”
M. “Per cui… Mi raccomando a te. Determinazione, voglia, corsa….tutte cose dovresti avere però non lo so se tu ce l’hai”
P. “Non ce l’ho”
M. “Però tielli insieme dai, forza”
P. “D’accordo. Grazie Innocenzo”
M. “Ci sentiamo settimana prossima a salvezza tocchiamoci le palle, va bene?”.

Commenti (1)

  1. voglio giustizia, la stessa del 2006….vedremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>