Adriano vola in Brasile per curarsi?

di Redazione Commenta

Dal Corriere dello Sport:

«Posso entrare?». «Certo, Adri. Che problema c’è?».«Direttore, nessun problema, c’è però che prima di un mese, un mese e mezzo non sarò a disposizione, la spalla con­tinua a farmi male, non riesco a dormire, ho pensato che per me sarebbe meglio andare a Rio per curarmi dal fisioterapista del Fla­mengo e della Selecao». «Capisco, Adri, par­liamone domani (oggi ndr), og­gi (ieri ndr) pensiamo alla par­tita». Crediamo che il dialogo sia abbastanza chiaro. La ri­chiesta è stata fatta ieri matti­na, a Trigoria, da Adriano, il di­rettore è quello sportivo, Da­niele Pradè che non ha certo sbattuto la porta in faccia al giocatore. Se ne riparlerà, ap­profonditamente, stamattina a Trigoria quan­do il brasiliano ribadirà la sua richiesta di fronte al dottor Luca Pengue, Bruno Conti, Gian Paolo Montali e allo stesso Pradè. L’im­pressione è che si vada verso un sì, conce­dendo all’Imperatore la possibilità di tornare a casa per curarsi, ma anche di tirarsi su di morale. Chi lo frequenta, infatti, sottolineacome stia attraversando un periodo di gran­de tristezza,«moralmente è a terra», conse­guenza dell’ultimo infortunio che gli ha capi­tato, una frattura alla spalla destra con tanto di intervento chirurgico, ennesimo stop fisi­co in una stagione che il giocatore aveva so­gnato essere quella del suo definitivo ritorno al ruolo di Imperatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>