Totti, Vucinic, Menez: fuori Toni

di Redazione Commenta


Spread the love

 Roma-Sampdoria, ovvero il ritorno di Francesco Totti nel ruolo di prima punta. Alle sue spalle agiranno Jeremy Menez e Mirko Vucinic. Luca Toni si accomoda in panchina. Da Il Corriere della Sera:

La Roma stasera gioca una partita che può diventare decisiva per lo scudetto. Contro la Samp la guida Francesco Totti, che non segna all’Olimpico dal 22 novembre del 2009: tre gol al Bari. Francesco Totti riprende per mano la sua Roma. Le prossime cinque partite, tra campionato e Coppa Italia, possono rendere la stagione giallorossa indimenticabile e lui vuole tornare protagonista. A partire da stasera, contro la Sampdoria dell’ex amico e ora rivale Antonio Cassano. L’Atalanta non ha fermato l’Inter, tornata nuovamente al comando della classifica. Totti ha sperato, come tutti i tifosi giallorossi, in un risultato favorevole a Milano, ma ora sa di dover contare solo sulle proprie forze, senza aspettarsi regali da nessuno La sostituzione choc nel primo tempo e le roventi polemiche che hanno accompagnato la settimana post-derby hanno lasciato qualche strascico nel suo umore, rinfrancato dalla rassicurante presa di posizione della società che, attraverso un comunicato di Rosella Sensi, ha inteso difendere l’uomo, prima ancora del calciatore.

Stasera l’Olimpico, nuovamente esaurito e colorato di giallorosso, riserverà un tributo speciale al capitano, assediato dalle critiche ma protetto dagli amici di sempre. Totti proverà a spezzare anche il prolungato digiuno sotto porta, dovuto in gran parte all’infortunio al ginocchio destro, che l’ha costretto a saltare quasi la metà delle partite. L’ultima prodezza in campionato del numero 10 manca dal 23 gennaio, in quella trasferta con la Juventus che lo vide partire dalla panchina, prima del rigore trasformato nel momentaneo 1-1. Il ricordo della sua ultima esultanza in casa, invece, è ancor più remoto. Cinque mesi fa la tripletta rifilata al Bari il 22 novembre 2009. Quale miglior occasione per interrompere l’astinenza?  In questi giorni Claudio Ranieri ha lavorato da fine psicologo, spiegando a Totti imotivi della sostituzione di domenica scorsa. Lo ha tenuto a riposo nel match con l’Udinese, nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, per averlo fresco e riposato questa sera. E sulle sue condizioni fisiche ha detto: « È normale che Francesco non sia ancora all’apice della forma. Ha dovuto fronteggiare diversi contrattempi in questa stagione, ma ha recuperato come ci aspettavamo. Adesso sta ritrovando la condizione migliore per dare il suo grande contributo di qualità». Anche ieri, durante la seduta di rifinitura a Trigoria, l’allenatore ha provato lo schema offensivo con l’impiego del capitano insieme a Vucinic e Menez. L’escluso sarebbe in questo caso Luca Toni, ma le indicazioni che arrivano da Trigoria non sono sempre determinanti per individuare la formazione di partenza. Ecco allora l’alternativa, con un più guardingo 4-4-2, da schierare in modo speculare rispetto al canovaccio tattico adottato dalla Samp, che prevede l’esclusione del francese rimpiazzato da Simone Perrotta sulla fascia sinistra per dar maggiore copertura alla squadra. Per le altre maglie da assegnare, nessun dubbio: in difesa Julio Sergio, Cassetti, Burdisso, Juan e Riise; a centrocampo Taddei, De Rossi e Pizarro. Nella lista dei venti convocati non ci sono gli infortunati Doni, Cerci e Faty.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>