Totti: “Campionato più povero senza Kakà e Ibra ma non per questo meno affascinante”

di A.B. Commenta


Capitano mio Capitano. Francesco Totti ha deciso che firmerà il rinnovo del contratto (praticamente a vita) con la Roma fino al 2014 prima della gara di andata del terzo turno preliminare di Coppa Uefa.

Francesco aveva qualche dubbio sul futuro, non vuole fare tecnico e dirigente, ma un posto nello staff. Totti che il 27 Settembre compirà 33 anni, ha rilasciato una lunga intervista al Tg1 dove spiega tante cose a partire dalla sua scelta e dalla società.

“Penso di esseri meritato questo contratto con la Roma, avrei potuto andare a cercare fortuna altrove e vincere il Pallone d’Oro. Ma è questa la mia città, lunedì sarò premiato in Campidoglio dal sindaco Alemanno per aver raggiunto Boniperti con 178 gol con la stessa maglia e per me sarà un motivo di grande soddisfazione. Società? Non ci sono news, Rosella Sensi mi ha ribadito che resta il nostro e presidente e io gli credo.”

Campionato più debole con le partenze di Kaka e Ibra.

“Si questo credo sia un torneo più povero ma sempre affascinante. Occhio alla Juventus ed al Napoli che potrebbe essere la sorpresa. La Roma? Sappiamo quello che dobbiamo fare, ma non vogliamo sbandierarlo ai quattro venti, anche l’anno scorso eravamo partiti con gradi ambizioni poi abbiamo visto tutti come è finita”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>