Totti: “In un campionato livellato vengono fuori le qualità dei singoli

di Redazione Commenta


Ecco l’articolo di Francesco Totti sulle colonne del Corriere dello Sport:

Stiamo entrando nella fase cruciale della stagione: qui si deci­deranno le sorti di molte squadre, impegnate per vari traguardi. Tra poco torneranno le coppe europee e le squadre che vi partecipano giocheranno tre volte a settimana, quindi sarà facilitato il compito delle altre che potranno prepara­re le partite durante tutta la setti­mana con allenamenti program­mati. Ma il prezzo da pagare per chi punta in alto è anche questo. Negli ultimi tempi le squadre di bassa classifica, vedi Cesena, han­no incontrato avversari di vertice come Roma, Inter e Milan metten­dole in difficoltà, ma alla fine la qualità dei singoli ha avuto ragio­ne. Il nostro campionato si è mol­to livellato e tutte le squadre rie­scono a trovare le contromosse per mettere in difficoltà le favori­te sulla carta. Con il cambio di panchina l’In­ter ha trovato energie e stimoli nuovi e ha avuto una serie di ri­sultati positivi, riproponendosi co­me una delle favorite per la corsa al titolo. Domenica è caduta a Udi­ne probabilmente con la squadra che oggi in Italia gioca il miglior calcio, un calcio fatto di pressing, velocità e dinamismo. Un po’ quel­lo che capita di vedere negli altri campionati con squadre del cali­bro di Arsenal, Manchester e Bar­cellona, che possono contare su campioni che non concedono pun­ti di riferimento agli avversari. In questo periodo siamo tornati a competere per le posizioni di vertice, posizioni che ci competo­no per il valore della rosa e quali­tà sei singoli. Ora dovremo cerca­re di non commettere passi falsi per riuscire a recuperare i punti da chi ci precede. Sarà importan­te non perdere punti con le picco­le e negli scontri diretti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>