Sorrentino ad AsRomaLive.com: “La Roma, un sogno”

di M.V. Commenta

Stefano Sorrentino e la Roma: un amore nato la scorsa estate e risbocciato con la riapertura del calciomercato. AsRomalive.com ha contattato l’estremo difensore del Chievo dopo la prestazione maiuscola  di sabato scorso contro la squadra di Ranieri. Il portiere ha risposto al cellulare, confermando la disponibilità che lo ha da sempre contraddistinto. Sorrentino non ha dimenticato i giorni caldi di luglio e agosto, quando il club di Trigoria si fece avanti per portarlo nella Capitale. Il sogno di Stefano nel tempo non è cambiato: fosse per lui, a Roma, verebbe di corsa. “Attualmente sono rimasto ai sondaggi della scorsa estate. L’ho ripetuto anche sabato dopo la partita, fa piacere a tutti essere accostato a una grande squadra come la Roma, e magari farne parte. Visti i contatti della scorsa estate e visto l’interessamento della Roma molto forte nei miei riguardi mi farebbe molto piacere vestire la maglia giallorossa. Contatti che poi non hanno portato all’arrivo nella Capitale. Sorrentino ci spiega il motivo: “La Roma mi voleva prendere in prestito, come ha fatto poi con Lobont, mentre il Chievo, che mi aveva riscattato dall’Aek Atene da qualche giorno, voleva cedermi solo a titolo definitivo e non ha preso in considerazione la cosa”. Nella gara di sabato scorso l’estremo difensore è stato un protagonista della sfida dell’Olimpico, neutralizzando anche il rigore di David Pizarro. Il portiere classe ‘79, tona sulla partita: “Noi ci siamo ritrovati in svantaggio dopo pochi minuti e abbiamo avuto la fortuna di avere un uomo in più per l’espulsione di Doni, ma non siamo stati bravi ad approfittarne e siamo stati pericolosi solamente in pochissime occasioni”. Proprio sull’espulsione di Doni: è stato un gesto che ha salvato il risultato o è stato un infortunio che ha regalato alla Roma 80 minuti di sofferenza? Doni ha salvato il risultato. Assolutamente. Alla fine quella è stata l’unica nostra vera occasione da gol e quindi ha salvato il risultato per la Roma, anche se è vero che poi i giallorossi hanno sofferto giocando quasi tutta la partita in dieci uomini. Ma alla fine il suo gesto ha permesso alla Roma di portare a casa i tre punti. Probabilmente se la Roma fosse rimasta in parità numerica e se noi avessimo segnato, si sarebbe vista tutta un’altra partita. Il gesto di Doni, alla luce della nostra sconfitta, è risultato decisivo”. Sorrentino dice la sua sui portieri giallorossi:Julio Sergio non lo conoscevo, in Italia non aveva mai giocato ma sta facendo molto bene. Se pensiamo che partiva da terzo portiere sta dimostrando di essere un grande portiere. Lobont già lo conoscevo, già aveva giocato in serie A con la Fiorentina. Ora sarà un problema di Ranieri decidere il titolare, nel momento in cui rientra anche Doni che secondo me è un ottimo portiere”. Infine un giudizio sul potenziale di Totti e compagni: ”La Roma è da quarto posto, ma se continua a giocare così, soprattutto con l’arrivo di Toni, ha molte possibilità in più. Toni è un grande giocatore, sabato ha tenuto su la squadra da solo e con il suo arrivo la Roma può sognare”.
Federico Nobili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>