Sperando che nessuno abbia intenzione di concedere “aiutini” a qualcuno, la Roma prepara la sfida di Coppa

di Antonio Commenta

Ci siamo, domani è il giorno del ritorno della semifinale di Coppa Italia. Un’andata e ritorno giocate in date abbastanza anomale, visto che l’andata si giocò il 23 gennaio e che vide la Roma vincere 2-1. Da allora molte cose son cambiate: la Roma in campionato è reduce da un buon momento dopo il cambio di panchina ed è in piena zona Europa League; l’Inter invece ha perso mezza squadra per infortunio (e domani avrà anche le assenze di Guarin e Pereira per squalifica) e tutte le poche certezze acquisite nei primi mesi di campionato che sono andate via via sgretolandosi.
Ma c’è un fatto ad allarmare qualcuno negli ambienti romanisti: l’Inter nell’ultimo periodo ha gridato al complotto che la vedrebbe fuori dall’Europa per volontà di qualcuno, visto che ha subito qualche torto arbitrale, e allora la paura è che domani le possano dare un aiutino per far contento Moratti e portarlo in finale, concedendogli la chance di qualificarsi all’Europa League del prossimo anno in caso di vincita della Coppa Italia. Perchè li in finale c’è già la Lazio, che già in passato ha dimostrato che volendo si può essere antisportivi al massimo regalando le partite in una sorta di Derby dell’Amicizia.
Ma la Roma non può e non deve fallire domani: la squadra è favorita, è in salute, e nell’ultimo turno contro il Torino ha riposato qualche giocatore, uno su tutti ovviamente il Capitano. Dall’allenamento di oggi emergerà qualche indicazione in più su chi dovrebbe giocare.
A Milano, inoltre, seguiranno la squadra ben tremila tifosi giallorossi. Perchè la Roma ci crede e vuole fortemente la finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>