Ottavi Champions League: Roma-Shakhtar Donetsk

di A.B. Commenta

Nessuna italiana tra le teste di serie e l’enorme timore che la sorte potesse mettere di fronte quel Barcellona stellare che rischia di dare lezioni di calcio a mezzo mondo. Proprio come fatto contro il Real Madrid di Josè Mourinho, umiliato in campionato col pesante (e lo sarebbe potuto essere ancora di più) punteggio di 5-0. La Roma di Claudio Ranieri, qualificatasi agli ottavi di Champions League come seconda del girone, ha vissuto la vigilia con una sola certezza: impossibile incontrare di nuovo il Bayern Monaco, con cui ha condiviso la fase a  gironi. Le altre, tutte possibili. E, nel novero di quelle altre,  ci stava – oltre a Real Madrid e Chelsea – anche lo Shakthar Donetsk. Lo si è sperato fino all’ultimo e, per una volta, dall’urna i giallorossi vengono accontentati. La Roma è stata la prima squadra estratta: ore 12.02, accoppiamento fatto. Per ora viene solo da dire che la due giorni tanto decisiva – oggi il sorteggio, domani il Milan – non poteva cominciare meglio di così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>