Roma, spunta Montella

di Redazione Commenta

Il futuro si chiama Chievo. Almeno per Luis Enrique, che al termine della gara di sabato contro il Napoli ha detto di pensare solo ai clivensi.

Futuro che per società e tifosi, invece, sta diventando sinonimo di ricostruzione, perché l’allenatore asturiano non rimarrà e alcuni giocatori ne se andranno (anche alcuni di quelli acquistati la scorsa estate).

Sembra un paradosso, ma la tanta annunciata rivoluzione culturale potrebbe partire da chi invece lo stesso anno è stato allontanato perché non garantiva quella discontinuità, che avrebbe voluto la nuova società: Vincenzo Montella.

All’attuale guida del Catania non dispiacerebbe tornare per prendersi la sua rivincita. Un anno fa, fu mandato via anche per aver stretto rapporti con l’allora dg Montali e per non aver raggiunto la finale di Coppa Italia e il quarto posto.

Altro paradosso perché i dirigenti che l’hanno allontanato sono gli stessi che confermerebbero ancora Luis Enrique, che di risultati ne ha ottenuti ben pochi.

In primis Franco Baldini, che in alternativa sta pensando a Villas Boas, altro suo pallino. Ma anche qui, potrebbe ripetersi il passo falso fatto con l’ex mister del Barcellona B. A Trigoria si fanno anche i nomi di Massimiliano Allegri, Walter Mazzarri e Cesare Prandelli.

Photo credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>