Roma, Menez tra cessione e rinnovo. Montali vuole evitare un nuovo caso Mexes

di A.B. Commenta

 Il caso Menez. La Roma sembra aver messo in conto che quello del talento francese possa diventare un cartellino di difficile gestione – scadenza a giugno 2012 – e, al fine di evitare quanto accaduto con Mexes, libero di svincolarsi dal club capitolino a parametro zero, prenderebbe in considerazione l’ipotesi della cessione. O parte, Menez, o rinnova. Dal canto suo, il transalpino è uscito pubblicamente allo scoperto con una intervista che evidenzia il malcontento accumulato con la gestione Montella, che lo ha messo nelle condizioni di giocare qualche scampolo di gara e nulla più.
Come riportato su Leggo – edizione odierna – Menez ha detto: «Vedremo chi sarà il nuovo allenatore della Roma, poi decideremo». Pare un aut aut: «O io, o Montella». La società non ha accolto con favore: oltre a una forte multa, Menez rischia di restare ai margini in questo finale di stagione. La replica del procuratore del francese, testuale:

«È normale che Jeremy sia deluso. Con Ranieri era titolare fisso, mentre ora…», sono state le parole del suo procuratore. Ma dietro la rabbia di Menez c’è dell’altro. In primis l’ingaggio (1,4 milioni a stagione) ritenuto troppo basso se confrontato con quello dei suoi compagni di reparto, poi l’imminente addio dell’amico Mexes (destinazione Milan) e la corte di Arsenal e Manchester City.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>