“Wonderful”: John Arne Riise incorona la notte del Meazza

di A.B. Commenta


Da Il Romanista:

It´s a wonderful night. Le parole di John Arne Riise fotografano come meglio non si potrebbe la serata di grazia della Roma a San Siro, a dispetto dei pronostici. Un successo costruito innanzitutto sulla grande prova della difesa, i cui meccanismi hanno funzionato alla perfezione, sia pure dopo qualche minuto di assestamento nel primo tempo. Alzi la mano chi, alla vigilia della trasferta di San Siro, non pensava con una certa preoccupazione a Zlatan Ibrahimovic, quello che da solo fa non uno ma almeno due reparti perché oltre ai gol distribuisce assist, quello che è in grado di far vincere partite e forse anche scudetti. Se lo svedese è stato di fatto neutralizzato, il merito è tutto della gabbia che Ranieri aveva predisposto per lui: Mexes e Juan hanno fatto muro per novanta minuti, mentre sulla destra se l´è cavata benissimo anche Nicolas Burdisso, dirottato sulla fascia (e in un ruolo non suo) per il forfait di Cassetti.

Dalla parte opposta, un Riise solido e concentrato ha concesso poco o niente a Robinho. Il norvegese non nasconde la soddisfazione: «Abbiamo fatto una bella partita, tattica, in difesa siamo rimasti sempre molto stretti e siamo andati bene. Personalmente non ho spinto molto in avanti, ma sono molto contento. Adesso ce ne andiamo in vacanza. Dove? Io sarò a Dubai, ma vado ad allenarmi, devo mettermi alle spalle gli infortuni». Sorride John, sa che la Roma ha fatto un´impresa su cui pochi avrebbero scommesso. Che ha regalato alla Roma la prima vittoria esterna. «Noi forti solo con le grandi? Non lo so, io credo che siamo forti, siamo a 7 punti dal Milan». La vittoria del Meazza chiude alla grande il 2010 della Roma: cosa chiederebbe Riise al nuovo anno? «Di continuare come in questa partita». Yes, it´s a wonderful night.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>