Recupero Taddei: i tempi sono lunghi

di Redazione Commenta


Dal Corriere dello Sport:

Il rischio è che si fermi anco ra per qualche settimana. Anche per ché l’infortunio che ha stoppato nuova mente Rodrigo Taddei, è una ricaduta, polpaccio destro, guaio muscolare, lo stesso che lo bloccò subito dopo la pri ma giornata di campionato (28 agosto) costrin­gendolo a stare fermo per quarantanove giorni prima di tornare in campo contro il Genoa ( 16 ottobre). Per ora è im­possibile prevedere quando l’esterno brasiliano potrà tornare a di­sposizione di Claudio Ranieri. Di sicuro si può dire che sabato prossimo contro il Lecce tornerà a fare lo spettatore. Per il resto bisognerà attendere l’esito degli accertamenti a cui sarà sottoposto. Ieri a Trigoria il giocatore si è sottoposto a un’ecografia che non ha dato risposte certe. L’esito è stato definito «un po’ sporco», diciamo non chiaro, anche se pare sia stata comunque evidenziata una lesione nello stesso punto della precedente. E allora si è preferito rinviare tutto a oggi quando Taddei al Policlinico Gemelli si sotto porrà a una risonanza magnetica che dovrebbe garantire risposte più indi­cative. Certo, a dar retta ai precedenti e considerando che si tratta di una ricaduta, c’è il timore che lo stop sia di al­meno di cinque-sei settimane, ovvero non inferiore al precedente, considerando che le ricadute sono sempre peggiori. Quindi per rivedere Taddei in campo, nel migliore dei casi bisognerebbe attendere dicembre. E, ovviamente, è un bel guaio per il tecnico giallorosso che in fatto di esterni non è che navighi nell’abbondanza, anzi ce li ha proprio contati. Il quattro-quattro-due è un modulo già complesso per questa Roma a ranghi completi, senza Taddei diventa davvero un esercizio d’ottimismo perché giocatori come Perrotta e Brighi sulle fasce possono andare bene per una partita, ma a lungo andare sono scelte alle quali si può pagare un pe sante pedaggio, come peraltro è già accaduto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>