Roma-Catania 1-0. Ranieri: “Avanti così. Mercato per rimpiazzare Toni? No. Menez? Si era intestardito…”

di Redazione 2


Le dichiarazioni di Claudio Ranieri al fischio finale di Roma-Catania:
LA PARTITA – “Sapevamo che il Catania si sarebbe difeso con tutti i suoi effettivi, per poi ripartire in contropiede. Siamo stati bravi e attenti, anche se non abbiamo concretizzato tutte le opportunità che abbiamo avuto. Per fortuna c’ha pensato Daniele a sbloccare il risultato. Avevamo le polveri bagnate, ma anche Okaka mi è piaciuto molto. I ragazzi hanno fatto girare la palla come avevo chiesto. La partita è sempre stata nelle nostre mani. Doni non ha fatto nessuna parata. Sono soddisfatto soprattutto dell’intelligenza tattica. Temevo il Catania, per questo ho fatto poco turn over. Era importante andare avanti, abbiamo centrato la semifinale, sono contento”.
MERCATO – “L’infortunio di Toni costringe la Roma a tornare sul mercato? No”. RIISE – “Ha spinto molto soprattutto primo tempo”.
MENEZ – “Si era intestardito nei dribbling, ho preferito mettere Cerci. Ho visto che Menez non aveva i novanta minuti, si era un po’ intestardito nel cercare la giocata invece serviva serenità. L’ho tolto solo per questo. Sapevo che con Cerci avremo continuato a spingere ed allargare il Catania“.
IL CAMPIONATO – “Adesso dobbiamo pensare al Siena. Sarà una partita molto difficile. Avevo rispetto del Catania, lo avevo detto ai ragazzi, soprattutto a Totti anche prima della Juventus. Il vento l’abbiamo fatto girare dalla nostra parte, ma ci dobbiamo ricordare da dove siamo partite. Chi possiamo recuperare per domenica? Mi auguro Francesco (Totti, ndr) e Mirko (Vucinic, ndr)”.
MEXES – “Mexes? Tranquillo, concentrato, un ottimo rientro“.
ARTICOLI CORRELATI:
– Coppa Italia, il tabellino di Roma-Catania 1-0


Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>