Petruzzi: “Roma superiore al Milan”

di Redazione Commenta


“Da quando c’è Ranieri vedo la Roma giocare in scioltezza e con semplicità. Sembra essere superiore a tutte le altre squadre. Domenica contro il Napoli ha sofferto nel primo tempo, però poi si è ritrovata sul 2 a 0 e se avesse avuto un pizzico di fortuna in più avrebbe potuto vincere la partita. Credo che come squadra la Roma sia superiore al Milan, e questo l’Inter lo sa. Il Milan vive con più individualità. Ronaldinho sta bene e Borriello sta diventando un giocatore molto importante. Penso che sabato ci sarà da divertirsi”. Parole di Fabio Petruzzi, ex difensore giallorosso, che è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro a Diario di Bordocampo e ha espresso la propria opinione sulla sfida di sabato e sulla Nazionale.

Sul possibile ritorno di Totti e Nesta in Nazionale “Francesco deve andare ai Mondiali in Sud Africa, è un fuoriclasse. Anche con una sola gamba fa la differenza. E’ un giocatore che ti può mandare in porta in qualsiasi modo. E poi fa reparto da solo. Dipenderà tutto da lui, cosi come per Nesta. Mi auguro con tutto il cuore che sia Francesco che Alessandro alla fine possano andare ai Mondiali”. Petruzzi ha giocato per anni nella difesa a tre di Mazzone accanto ad un mostro sacro come Aldair. Nella Roma di oggi si sta mettendo in mostra il centrale verdeoro, Juan. “Come Aldair non c’è nessuno, come difensore non ha uguali. Su Juan però mi sono dovuto ricredere. Quando l’ho visto giocare nel Bayern Leverkusen non mi aveva fatto una grande impressione. Dopo aver risolto i problemi fisici, però, quest’anno sta dimostrando di essere uno tra i migliori e sta facendo un ottimo campionato”.
Molto bella per Petruzzi la prima esperienza da allenatore, sulla panchina degli Allievi della Roma:
“Ringrazio il settore giovanile della Roma che mi ha dato la possiblità di allenare i giovani. E’ molto dura fare l’allenatore, ci sono tantissime responsabilità. Per me è una grande soddisfazione vedere i ragazzi che ho allenato , tra cui Brosco e D’alessandro, continuare la loro carriera. Credo che la Roma abbia un ottimo settore giovanile. Ci sono tanti buoni giovani da poter inserire nei prossimi anni in prima squadra”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>