Parma-Roma, Vucinic: “Ci penso io”

di Redazione Commenta


Parma-Roma: Vucinic si candida per un posto da titolare. Dalla Gazzetta dello Sport:

L’uomo che si presentò in smoking e restò in mutande — per festeggiare un gol con il Montenegro (disgustando qualche perbenista delle esultanze) — ha preso la parola mercoledì mattina, sorprendendo i compagni, forse anche se stesso. E siccome chi solitamente è taciturno quando interviene non dice mai cose banali, le sue parole hanno colto nel segno. Proviamo a ricostruirle. «Mister — Mirko Vucinic si è rivolto a Ranieri — io sono con lei, come il resto della squadra. Ma anch’io penso che potremmo essere più spregiudicati. L’equilibrio della squadra, certo, è importante: per questo lei può contare sulla mia totale disponibilità al sacrificio. Se mi farà giocare, le assicuro che darò il mio contributo anche in fase difensiva, con il massimo impegno».
Dentro Vucinic, fuori Perrotta. Ieri Ranieri ha provato il tridente, mail modulo di partenza dovrebbe restare il 4-4-2. Il montenegrino all’ala sinistra, gli si chiede di fare il doppio lavoro: spaccare gli avversari con i suoi cambi di ritmo, creare la superiorità numerica; e, quando attaccano gli altri, tornare ad aiutare il terzino. (…)
Al momento, sono altri i dubbi che deve sciogliere. Insistere con Riise o lanciare Castellini? Riaffidarsi a Julio Sergio o dare un’altra partita a Lobont? Portarsi De Rossi a Parma o lasciarlo a Trigoria? Il centrocampista anche ieri non si è visto sul campo, maper carisma e attaccamento non vorrebbe restare fuori in un momento tanto delicato. Stamattina farà il provino decisivo, dopo il pranzo delle 9.30: riso e caffellatte. Sono strani giorni, del resto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>