Le pagelle di Bari-Roma

di Redazione Commenta

Le pagelle di Bari-Roma:

Doni 5,5: Nel primo tempo prende due tiri e due gol. Nella ripresa prima il palo e poi la traversa lo salvano dalla terza capitolazione. Bravo in un paio di uscite.

Cassetti 5,5: Soffre più del dovuto le discese degli attaccanti del Bari che agiscono dalle sue parti. Sul gol del 2-1 di Huseklepp è in ritardo nella diagonale difensiva. Stanco lascia il posto a Rosi 7: che entra e segna il gol vittoria che rimette in corsa la Roma per la Champions.  

N. Burdisso 5,5: Come sempre ci mette tanta grinta ma commette qualche sbavatura di troppo in difesa.

Juan 5,5: Causa con un fallo di mano il rigore dell’1-0 del Bari. E’ in ritardo su Huseklepp in occasione del gol del 2-1. Si conquista il rigore del 2-2 in una delle sue incursioni in area di rigore. Croce e delizia.

Riise 6: In fase difensiva ormai è risaputo è tutt’altro che impeccabile, ma ha il merito di credere fino all’ultimo alla vittoria, e come a Udine dai suoi piedi parte il cross che poi Rosi sfrutta al meglio segnando il gol vittoria del 3-2.

Pizarro 6: Recuperato in extremis, il Pek gioca una partita generosa ed è uno dei pochi a mantenere la lucidità fino a tempo scaduto. Si conferma ancora una volta un giocatore importantissimo per il gioco della Roma.

De Rossi 3,5: In un momento decisivo del campionato e con la squadra in svantaggio perde la testa colpendo con una gomitata Bentivoglio. Un gesto imperdonabile.

Menez 4,5: Gioca un tempo in cui praticamente non tocca mai la palla o quasi. Sbaglia anche un gol a due passi dalla porta.  Montella ad inizio ripresa lo sostituisce con Borriello 6: che entra e fa a sportellate con i difensori del Bari conquistandosi anche un rigore che poi però Gillet para. Generoso.

Perrotta 5: Nel primo tempo gioca da trequartista dietro Totti ma non si rende quasi mai pericoloso. Migliora un po’ nella ripresa quando dopo l’espulsione di De Rossi va a fare il centrocampista centrale al fianco di De Rossi. Nel finale, nervoso, viene espulso per un “pugnetto” a Masiello.

Vucinic 4,5: Come Menez per tutto il tempo che rimane in campo sembra un pesce fuor d’acqua. Non supera mai il diretto avversario e non si rende mai pericoloso nelle conclusioni. Quando vine espulso De Rossi Montella lo sostituisce con Taddei 6: che dà il suo solito contributo in fase di spinta sulla fascia rendendosi anche pericoloso con un paio di inserimenti.

Totti 7,5: 205  e 206 e anche Baggio è superato.  Corre e lotta per tutti i 90 minuti. Realizza il gol del momentaneo 1-1 con una punizione alla Roberto Carlos. Poi trasforma il rigore del 2-2. Sbaglia purtroppo il rigore del possibile 3-2, ma continua a crederci fino alla fine. Molti dei suoi compagni dovrebbero prendere esempio da lui che come è scritto sulla sua maglia è l’incostrastato “King of Rome che non morirà mai”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>