Mondiali 2010, Italia: Lippi spiega le scelte, Quagliarella: “Morto? Risorgo sempre”

di Redazione Commenta


Marcello Lippi e Fabio Qaugliarella il giorno dopo l’ufficializzazione della lista dei 23 che partono per difendere il titolo di Campioni del Mondo conquistato nel 2006. Il Commissario tecnico interviene per motivare le scelte effettuate, l’attaccante napoletano manda a dire – a chi lo dà per morto – che lui, ogni volta è risorto alla grande. Così Lippi:Le scelte sono state tutte in funzione dell’adattabilità dei giocatori a diverse posizioni in campo e alla maniera in cui vogliamo giocare, non è questione di aver scelto uno più bravo dell’altro. Sono tutti ragazzi molto seri, molto partecipi. Ho privilegiato la duttilità. Ai ragazzi ho comunicato le mie scelte ieri sera: quando erano stati convocati 28 giocatori sapevano tutti che c’era la certezza che cinque di loro avrebbero continuato a stare con noi fino alla fine del ritiro e a disposizione. Gli esclusi si sono dispiaciuti e dispiaciuto lo sono anch’io per loro“. Così Quagliarella:Mi è capitato spesso nella mia carriera, quando mi danno per morto riemergo sempre, forse è proprio questa la mia forza. Ho avuto tanti momenti difficili in carriera, alla fine gli allenatori mi hanno sempre dato fiducia e io li ho ripagati. Avvertivo la fiducia di Lippi, ed eravamo tutti sulle spine. Mi giocavo una grande occasione, e ho coronato il mio sogno. Dispiace per i cinque compagni che restano“.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>