Longhi ad AsRomaLive.com: “La prestazione di Rosetti non è soddisfacente, non è stato omogeneo nelle decisioni”

di M.V. 1

L’arbitraggio di Roberto Rosetti ieri ha lasciato molti dubbi. Abete ha parlato di errori fisiologici, per il presidente dell’Aia Nicchi, invece, il rigore su Nesta era evidente. Carlo Longhi, ex fischietto della serie A e moviolista televisivo, ha espresso il suo parere ad AsRomaLive.com: “Ieri Rosetti mi ha lasciato perplesso, ma non solo lui, anche Orsato a Roma non è che si sia comportato meglio di Rosetti. Nella giornata di ieri ci sono stati degli arbitraggi discutibili, purtroppo la maggior parte degli arbitri non era in forma. A Rosetti legherei anche Orsato che non è apparso in forma nella gara tra Lazio e Sampdoria. Certo Rosetti è un arbitro internazionale e da lui ci si aspetta una prestazione migliore di quella che ha fatto”. Il rigore fischiato a Burdisso, per un fallo su Nesta, ha cambiato l’incontro; Longhi ancora non riesce a capire se il contatto sia avvenuto: “Il discorso è sempre quello, se non si riesce a vedere in moviola immaginatevi per l’arbitro che deve decidere in una frazione di tempo. Lui in quel momento ha visto un calcio di rigore, sennò non lo avrebbe dato. Talvolta discutiamo sulla moviola e non si riesce mai a capire, per questo dico che la moviola in campo non serve a nulla. Rosetti ha visto il rigore ed è sempre un discorso in cui ci si può discutere, come i falli di mano. La prestazione di Rosetti non è soddisfacente, però, e non si vede solo da questo episodio ma da tutta la direzione della partita, di tutto l’insieme gestito malamente. Non è solo l’episodio singolo che porta a dire che non ha arbitrato bene, ci sono una serie di decisioni che non mi hanno convinto. Non è una sola ma un insieme di decisioni che mi hanno lasciato perplesso”. Come il rigore negato a Jeremy Menez: “C’è una serie di decisioni che lasciano perplessi, da una parte è stato fiscale, dall’altra meno, servirebbe un comportamento omogeneo. E’ mancato di uniformità nell’applicazione delle regole”. Rosetti però con la Roma ha una storia lunga e piena di polemiche, specialmente a San Siro. Per Longhi però sono solo coincidenze: “No assolutamente nessuna sudditanza. In questi casi un arbitro cerca di non inasprire il suo rapporto con le società, è stata una prestazione insufficiente e basta”. Parola di Carlo Longhi.
Federico Nobili

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>