Mercato Roma: entro gennaio l’incontro per Mexes; Sculli è il nome caldo e Antunes aspetta una risposta

di M.V. Commenta

Gennaio, mese di mercato. Da qualche giorno la sessione invernale di acquisti e cessioni ha aperto ufficialmente i battenti e sono molte le questioni che attanagliano il direttore sportivo giallorosso Pradè. Il rinnovo di Mexes, innanzitutto. Il contratto del francese scadrà il prossimo 30 giugno e da qualche giorno potrebbe accordarsi con altre società senza che la Roma guadagni un euro dalla sua cessione. Me Mexes sarebbe, in ogni caso, propenso a non prendere in considerazione altre offerte fino alla fine della stagione, confidando nel cambio di proprietà per chiedere un adeguamento contrattuale. Lo stesso francese quest’oggi ha fatto chiarezza sul suo futuro, dichiarando: “Ho sempre sostenuto che non c’è fretta, e che ci sarebbero stati i tempi e i modi per affrontare il discorso del rinnovo. Come sempre della situazione se ne occupa il mio procuratore che gode della mia fiducia e con cui ho un rapporto di amicizia. E’ da tempo che è in contatto con la società e so che nei prossimi giorni ci sarà un incontro a Roma. Sono sicuro che non ci saranno problemi, e qualsiasi sarà la decisione che verrà presa sarà in sintonia con la società a cui devo molto”.
In settimana, però, non è fissato nessun incontro tra le parti. Di sicuro il limite di tempo è fissato entro la fine del mese di gennaio, quando gli scenari saranno più chiari.
SCULLI O BEHRAMI – Il nome caldo del mercato giallorosso è Giuseppe Sculli. L’esterno del Genoa è il possibile obiettivo del mercato griffato Roma. Nonostante Preziosi, presidente del Genoa, ha smentito le voci di una trattativa tra la Roma e la società ligure per uno scambio Sculli-Greco: “Un centrocampista in più lo stiamo cercando, ma credo che probabilmente con la Roma non riusciremo a trattare. C’è una situazione complicata di proprietà ed è difficile trattare. Per ora solo chiacchiere. Sculli dopo venti giorni si è infortunato per tre mesi, per questo non ha mai giocato. E’ un giocatore che non ha la fama internazionale ma è molto utile e forte, è un cavallo robusto sulla fascia. E’ un giocatore completo che farebbe bene a Roma”.
Soprattutto nel 4-4-2 che Ranieri ha in mente per questi ultimi mesi di campionato. L’esterno nato a Locri potrebbe ricoprire il ruolo di laterale destro nello scacchiere del centrocampo giallorosso. Meno duttile, però, rispetto a Behrami che, all’occorrenza, potrebbe ricoprire anche il ruolo di terzino destro. Ma l’affare per riportare il giocatore del West Ham a Roma, sponda giallorossa, però, sembra lontano da una svolta.
OKAKA E ANTUNES – Dopo la cessione di Julio Baptista al Malaga un altro attaccante giallorosso fa le valigie e  si trasferisce lontano da Roma. Si tratta di Stefano Okaka, giovane punta di Castiglion del Lago classe ‘89 che in questa stagione ha timbrato il cartellino solo per 49 minuti. Vista la permanenza di Adriano l’attaccante dell’Under 21 di Ferrara si è accasato al Bari. Mancano solo i dettagli ma Okaka può sentirsi un giocatore del Bari, come ha confermato Giampiero Pocetta, manager del giocatore: “E’ arrivato l’assenso della Roma. Pensiamo che domani possa arrivare l’ufficialità. E’ contento perché avrà la possibilità di giocare con continuità, anche se è un pochino dispiciuto di lasciare Roma”.
Per un giocatore che va, un altro che rimane. Diversa la situazione di Gabriel Antunes. Il giovane terzino classe ’87 giunto a Roma dal Paços de Ferriera per 1,2 milioni di euro, in questa stagione ha indossato la casacca giallorossa solamente nell’amichevole di due giorni fa contro l’Atletico Roma.
Da promessa del calcio portoghese a riserva della riserva nella Roma di Ranieri. I giallorossi l’hanno strappato di forza alla concorrenza della Juventus per portarlo nella Capitale, ma il ragazzo ha visto il campo poche volte, soprattutto in questa stagione. Antunes, però, ha continuato sempre ad allenarsi in maniera professionale, senza saltare mai una sessione. Con il mercato di gennaio che ha appena aperto i suoi battenti per lui sono arrivate proposte di prestito: la più interessante quella dell’União Leiria, club che milita al quarto posto nella Superliga portoghese.
Il termine dell’operazione è un prestito secco gratuito senza diritto di riscatto con ingaggio a carico dei portoghesi, così a giugno il giocatore sarà di nuovo disponibile a Roma.
Ma da Trigoria, ancora nessuna risposta.
Marco Visco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>