Juventus-Roma è sfida Nazionale. Oggi Lippi a Vinovo, Peruzzi a Trigoria

di Redazione Commenta


Da Il Messaggero:

Il ciak è da anteprima mondiale. Perché Juve-Roma di sabato sera non è solo lo scontro diretto per la zona Champions, con in campo la quinta e la terza in classifica del nostro campionato. E’ anche la sfida Nazionale.

Perché, tra le grandi del torneo, le squadre di Ferrara e Lippi sono quelle con più italiani tra i titolari e quindi con diversi giocatori che potrebbero far parte dell’avventura di giugno in Sudafrica, dove gli azzurri difenderanno il titolo iridato vinto a Berlino nel luglio del 2010.

Oggi Lippi è atteso a Vinovo. Per sincerarsi delle condizioni dei suoi nazionali juventini. «C’è tutto il tempo per rimettersi in piedi in quattro mesi: non sono preoccupato», disse a Il Messaggero l’8 gennaio. Perché il bilancio attuale è allarmante: Buffon appena rientrato dall’intervento al menisco, Cannavaro in crisi e appena operato al naso, Camoranesi indisponibile, Legrottaglie in flessione, Grosso deludente, Marchisio altalenante, Iaquinta sotto i ferri a fine ottobre al ginocchio e ancora convalescente. Solo Chiellini dà garanzie. Amauri, scartato da Dunga per il Brasile, rischia di fare la stessa fine anche con noi. Il nome nuovo può essere il romanista Candreva, bianconero nelle prossime ore e utilizzato dal cittì nelle ultime due amichevoli del 2009 contro l’Olanda e la Svezia.

Se il cittì andrà a Vinovo, il suo assistente Peruzzi, già in tribuna per Roma-Genoa, oggi sarà a Trigoria, dove scalpitano gli aspiranti nazionali giallorossi. Oltre al punto fermo De Rossi, unico romanista sicuro di andare al mondiale in Sudafrica, salgono le azioni di Perrotta e Brighi. E presto Ranieri potrà contemporaneamente contare su Totti, 20 gol nonostante il lungo periodo di inattività, e Toni, appena tornato in Italia e ovviamente a segnare. Con l’aria che tira a Tonino anche Cassetti può ancora dire la sua per un posto nel gruppo azzurro. Juve-Roma, insomma, è sfida Nazionale. Anzi, di più. Mondiale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>