Inter-Roma, Ranieri: “Con i cambi si segna. Due punte? Magari con l’estro di Menez”

di Redazione Commenta


La conferenza stampa di Claudio Ranieri alla vigilia di Inter-Roma: il tecnico giallorosso ha incontrato i giornalisti nella sala apposita del centro sportivo Fulvio Bernardini.
INTER-ROMA. “E’ una partita importantissima, l’Inter con Pazzini si è rafforzata e con Leonardo sta assimilando una nuova filosofia. Un impegno bello e difficile, siamo pronti faremo una grande gara. Abbiamo visto che anche loro quando fanno cambi poi segnano, quello che dico io da un po’. Noi lottiamo per lo scudetto e vogliamo fare la partita come abbiamo sempre fatto. Domani due punte obbligate? Potrebbe essere una soluzione. L’Inter gioca la terza gara in sette giorni. Potrebbe essere un vantaggio ma loro hanno dei cambi notevoli”.
TRIDENTE. “Il tridente nel modo sperimentato contro il Bescia non lo avevamo mai fatto ma l’esperimento va rivalutato e rivisto di partita in partita, non avremo Totti quindi non sarà possibile rifare quanto fatto la scorsa volta. Non avere Totti e Adriano mi complica un pochino le cose, ma siamo determinati”.
MENEZ. “Prende molti colpi nel corso di una gara ma sta bene. Quanto può contare l’estro di Menez? E’ un campione, quando è in campo fa la differenza ma occorrre gestirlo”.


SOCIETA’. “Non parlo di niente, pensiamo solo al campo. Un comunicato della Roma parla della trattativa con gli americani? Parlate con i dirigenti. Noi continuiamo a lavorare. Il sollievo ci sarà quando vinceremo qualcosa”.
ROMA-BRESCIA. “Totti col Brescia a centrocampo spesso? E’ una sua caratteristica, io lo lascio libero e va bene così. Non intasa il centrocampo, ci dà una mano. Pensavo che tre giocatori davanti potevano essere la risposta giusta. Roma male con le piccole? Da qualche parte avremmo pur fatto i punti ma se sapessimo il perchè del rendimento minore contro le piccole avremmo risolto le nostre questioni. E’ un fatto di motivazioni? Sono tante piccole cose. Il problema c’è. La partita sbagliata c’è, quelle sono gare che poi si vanno a perdere. Vorremo 38 vittorie ma questo è il calcio. Accettateci. Ci sono difficoltà nel calcio italiano. Siamo umani. Ci sono risultati contro il pronostico”.
MEXES. “Se ha sbagliato è giusto che paghi. Conterà più la squalifica di Mexes o di Chivu?
Non lo so, ho tre grossisimi centrali difensivi
BOLOGNA-ROMA. “La lega ha stabilito il recupero a Febbraio. Speravo si capisse che ci giochiamo una qualificazioen di Champions. Non è stato tenuto in considerazione il ranking. Volevo giocare più in là ma i matrimoni si fanno in due”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>