Juan:” Sto meglio”, per Londra può farcela

di Alessandro Zarfati Commenta

 Sta meglio lo ha confessato lui stesso una volta uscito da Villa Stuart:” Si ora va meglio”, ha detto Juan dopo i primi accertamenti medici del post Roma- Siena, dove il difensore brasiliano era uscito anzitempo per un colpo rimediato in partita.

Juan ha sibilato queste poche parole  sottovoce un pò per scaramanzia (che da queste parti è quasi d’obbligo) e un pò anche perchè i medici hanno escluso fratture, ma al tempo stesso non sono sicuri dell’impiego del giocatore per la gara di Londra.

Per essere più chiari si tratta di una semplice contrattura, ma il calciatore soffre ancora il dolore per via di un versamento all’interno della coscia destra. I dottori spiegano come nonostante la situazione sia più rosea ripetto ai timori di sabato sera, molto dipenderà da Juan e la decisione definitiva verrà presa domani nell’allenamento di rifinitura.

Nel caso in cui il brasiliano non ce la dovesse fare, ecco pronto Diamoutene che per la verità all’esordio in campionato contro il Siena non ha dato grosse garanzie di affidabilità. Per il resto la formazione dovrebbe vedere sugli esterni i ritorni di Cicinho e Riise i quali con la loro esperienza garantiranno solidità al reparto arretrato.

A centrocampo i ritorni di De Rossi e Perrotta ai vertici del rombo con Taddei e Brighi sugli esterni. Per il centrocampista di Rimini è l’ennesima conferma questa stagione dell’ottimo momento di forma, tanto da meritare il prestigioso palcoscenico londinese.

In attacco accanto a capitan Totti ballottaggio VucinicJulio Baptista con il brasiliano leggermente favorito causa le non perfette condizioni fisiche del montenegrino, ma anche per via di quella legge del calcio che vede schierare sempre l’ex di turno, in attesa di un suo classico gol.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>