Dal prefetto di Roma arriva lo stop ai derby in notturna

di Mattia83 Commenta


Il derby tra Roma e Lazio di lunedì doveva essere una festa dello sport invece, come troppo spesso è accaduto anche in passato, prima del fischio d’inizio della partita si è assistito per l’ennesima volta a inqualificabili e ingiustificabili episodi di violenza e guerriglia urbana tra le frange più estreme delle due tifoserie. Il bilancio degli scontri è stato molto pesante: 8 sono state le persone accoltellate, e 4 i ‘tifosi‘, se così possono essere definiti, che sono stati arrestati. Nei loro confronti il questore di Roma Fulvio Rocca ha già disposto il Daspo, cioè il divieto di assistere alle manifestazioni sportive per 5 anni. Che così non si possa andare avanti lo ha fatto chiaramente intendere il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro, il quale per evitare il ripetersi di tali atti di violenza ha annunciato, come riporta l’Ansa, di aver già scritto alla Lega “perché i prossimi derby tra Roma e Lazio vengano disputati di pomeriggio per questioni di sicurezza. In caso contrario mi riservo di decidere, non è più tollerabile che ad ogni derby nella Capitale debbano puntualmente verificarsi incidenti”.

“Chiederò di optare per il pomeriggio anche in caso di una finale di Coppa Italia disputata tra Roma e Lazio il prossimo maggio. In passato per due volte ho fatto anticipare la partita – ha aggiunto Pecoraro – poi mi era stato nuovamente chiesto di disputarla di sera, ma vedo che anche ieri ci sono stati incidenti e quindi per il prossimo campionato i derby saranno di pomeriggio per motivi di sicurezza. Ormai è l’unico tipo di partita in cui ci sono sempre e comunque incidenti”. Per colpa di pochi esagitati, la stragrande maggioranza dei tifosi civili che non si lascia andare a comportamenti violenti come accoltellare, lanciare sassi o petardi all’indirizzo dei tifosi dell’altra squadra, rischia di perdere le suggestioni e le emozioni che solo una partita in notturna sa regalare. Una punizione decisamente pesante per chi allo stadio ci va unicamente per assistere a una partita di calcio.

Maciej Lesiewicz


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>