Champions: Roma ancora a metà con lo Shakhtar

di Daniele Pace Commenta

Shakhtar roma

La Roma di Champions è ancora una squadra che si esprime a metà. Un ottimo primo tempo è stato seguito da un secondo tempo senza nervo. Nella prima frazione i giallorossi erano passati meritatamente in vantaggio, sfiorando almeno altri due gol. Poi il black-out contro uno Shakhtar non irresistibile.

Il secondo tempo

Il gol del pareggio è stato preso addirittura in contropiede, su un lancio tutt’altro che faraoni. Un filtrante lento che però ha preso di sorpresa la retroguardia, che non ha saputo far fronte ad un’azione poco pericolosa al 6° minuto della ripresa.

Da quel momento la Roma è sparita e ha sofferto le folate dello Shaktar. La fascia destra è stata saltata sistematicamente, complice le condizioni fisiche non ottimali di Florenzi, e la poca dimestichezza difensiva di Under, comunque autore di un’ottima prova in attacco, suggellata dal gol.

Su questo fronte, il mister Di Francesco doveva intervenire prima, ma ha cambiato la situazione sulla fascia solo sul 2 a 1. Ma i problemi, ne secondo tempo, non sono arrivati solo da destra. Strootman e De Rossi, dopo l’ottima prima frazione, sono crollati nella ripresa. Se per il capitano c’è la scusante del lungo stop, per l’olandese si tratta di una crisi senza fine. Sono troppi i giocatori in forte calo, da Kolarov a Nainggolan, fino a Dezko.

Per il ritorno, servirà una partita intera, e non solo un tempo, ma soprattutto i gol. Con lo Shakhtar, si è assistito ai soliti gol mancati, in un primo tempo di rimpianti. Si deve cambiare marcia, o non si arriverà ai quarti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>