Cessione As Roma, firma vicina

di Redazione Commenta


Dal Corriere dello Sport:

E’ cominciata la missione statunitense per il trasferimento della proprietà della Roma. Ieri sono partiti per Boston i legali Mauro Baldissoni dello studio Tonucci (che rappresenta il consorzio americano), Cappelli, Elena Lo Curto dello studio Grimaldi e Massimo Tesei dello studio Carbonetti (per Unicredit). E ieri, con un giorno in anticipo rispetto alle previsioni, è partito da Milano lo stato maggiore della banca, per il rush finale di una trattativa partita a fine gennaio a New York. Il vice direttore generale Paolo Fiorentino e il responsabile del corporate banking Piergiorgio Peluso sono atterrati ieri sera a Boston.
TAVOLO – Gli avvocati sono arrivati nella città americana con le bozze dei contratti aperte, in serata hanno completato la stesura degli allegati dei contratti. Oggi arriverà dalla Florida anche Thomas Di Benedetto e al tavolo della trattativa siederà anche Pallotta, l’uomo forte del consorzio americano. Non dovrebbero essere presenti gli altri due soci, Ruane e D’Amore. Le parti sperano di arrivare alla firma come previsto nella giornata di domani, anche se c’è ancora qualcosa da rividere. Ma la partenza in anticipo dei manager di Unicredit sta a significare la precisa volontà di chiudere anche da parte della banca.
CDA – Che la firma sia vicina lo dimostra anche il fatto che ieri si è riunito in conference call il Cda di Roma 2000, società partecipata dai Sensi e Unicredit e che controlla il 67 per cento della Roma. L’appuntamento tra il presidente Attilio Zimatore, Rosella Sensi e Antonio Muto di Unicredit ha delegato il potere di firma ad una singola persona, il presidente del consiglio d’amministrazione Zimatore, Il cda di Roma 2000 ha conferito il mandato Non ci saranno gli altri due soci della cordata Ruane e D’Amore che dovrà firmare i contratti per il passaggio di proprietà della Roma. Il consorzio americano e Unicredit si spartiranno, in proporzione ai propri pacchetti azionari, i posti nel nuovo Consiglio d’amministrazione. Per il consorzio Di Benedetto nel board ci sarà l’avvocato Mauro Baldissoni, che con altri legali dello studio Tonucci si è impe­gnato a preparare tutti i documenti per l’acquisizione della società. Un dossier di quasi mille pagine, cento della quali sono dedicate al fair play finanziario. (…)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>