Calciomercato Roma: Floccari, Quagliarella o Podolski?

di A.B. Commenta

La Roma si interroga sul futuro, che passa attraverso la capacità di allestire una squadra competitiva che possa dare filo da torcere alle due milanesi e la Juventus, e saper dettare legge anche in Europa. La società ha smentito la notizia apparsa ieri dai mass media che potrebbe verificarsi un forte ridimensionamento, ma ha anche confermato che tutto il discorso sarà legato al raggiungimento dell’’obiettivo quarto posto, il minimo stagionale per salvare la stagione, che altrimenti sarebbe fallimentare.

La falsa partenza in campionato, con due mesi horribilis, l’’eliminazione dalla Coppa Italia avvenuta per mano dell’’Inter in una gara con molte polemiche, mentre in Champions League, soltanto la sfortuna nella lotteria dei rigori, ha impedito ai giallorossi di andare avanti nella competizione più prestigiosa, facendo meglio delle altre italiane Inter e Juventus, sconfitte sul campo rispettivamente da Chelsea e Manchester.

A due mesi dalla fine del campionato, circolano i primi nomi che potrebbero sostituire i quattro pezzi da novanta già citati ieri; ovvero Doni, Juan, Mexes e Aquilani, (a loro si potrebbero aggiungere anche Vucinic e Pizarro, che hanno moltissime richieste da club di ogni zona europea). Nel ruolo di portiere piace molto Marchetti del Cagliari, ma c’’è da battere la concorrenza del Milan, l’’alternativa sarebbe Pelè, estremo difensore del Le Mans. Tornerà a fine prestito dal Sassuolo, Andreolli, mentre il nome nuovo è il giovane Esposito del Lecce. Due giocatori che comunque sia non valgono Mexes. Per il centrocampo piace Thiago Motta del Genoa, che potrebbe prendere il posto di Aquilani o Pizarro (che ha deciso di aspettare la fine della stagione prima di parlare con la società e decidere il proprio futuro).

Sulle corsie esterne (il ruolo che ha creato più problemi quest’’anno), si fanno i nomi di Guberti, che sta disputando un grande torneo in B con il Bari, e Eboue dell’’Arsenal. Infine l’’attacco, Baptista ha troppi alti e bassi e pur essendo un buon giocatore, non è però la classica punta centrale da affiancare a Vucinic, Menez non può essere giudicato per via dei troppi infortuni, e Totti sta attraversando la fase più delicata della sua splendida carriera. Qui sono tre le soluzioni: Floccari dell’’Atalanta, Quagliarella dell’’Udinese, ed infine il grande sogno Podolski del Bayern Monaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>