Bologna-Roma: Brighi out, per Menez si decide oggi

di Redazione Commenta


Dal Romanista:

Saranno stati pure in pochi quelli che ieri a Trigoria si sono allenati a pieno ritmo, ma l´entusiasmo era irrefrenabile. Chi aveva giocato in Coppa Italia si è limitato ad un po´ di defaticante, il resto del gruppo ha dato vita alla consueta partitella. Arrivano buone notizie da Pizarro: il cileno dopo la parte atletica si è dedicato a qualche esercizio col pallone, segno evidente che è quasi pronto. Per la sua convocazione è questione di giorni, pochi, probabilmente già domenica prossima con l´Inter a San Siro.
Anche per Menez è stata una mattinata positiva, molto meglio dell´uscita dal campo alla fine del primo tempo con la Juventus per una ginocchiata al quadricipite. Il francese ha corso senza problemi. Ciò, però, non vuol dire che domani a Bologna ci sarà. O, almeno, che scenderà in campo fin dall´inizio. Ranieri, infatti, in partenza sembrerebbe orientato a concedergli un turno di riposo, privilegiando l´accoppiata Totti-Borriello.Il capitano, scontata la seconda delle quattro giornate di squalifica nel trofeo tricolore, ritornerà a disposizione del tecnico per il match del Dall´Ara.
Vucinic, che ha disputato tutto il match coi bianconeri, potrebbe usufruire di un riposo extra ed essere rilanciato col Brescia. A centrocampo, invece, appare quasi certa la defezione di Brighi, vittima di un indurimento muscolare all´adduttore destro. Ieri non si è visto sul terreno di gioco e, nelle prossime ore, dovrebbe sottoporsi ad un´ecografia di controllo per comprendere meglio l´entità dell´infortunio. Col ragazzo di Rimini praticamente out, si riducono le alternative in mediana. De Rossi agirà da vertice basso nel rombo, Fabio Simplicio alto, con Perrotta e uno tra Greco e Taddei per l´ultima maglia a disposizione. Entrambi sembrano partire sullo stesso piano, anche se il prodotto del vivaio giallorosso potrebbe essere rilanciato dopo tanta panchina. Un´attesa vissuta con serenità così come ha voluto confermare ieri mattina ai tifosi che gli chiedevano notizie sul futuro: «Se resto a Roma? Certo».
Scendendo giù di qualche metro, si arriva alla difesa: il settore che, teoricamente, ha tutte le caratteristiche per regalare qualche sorpresa. Juan, panchinaro in coppa Italia, uscendo da Trigoria ha dato rassicurazioni sulle sue condizioni fisiche: «Sto bene e domenica giocherò». Ma al posto di chi? A sensazione pare difficile immaginare che Ranieri si privi di Mexes, l´uomo più in forma della retroguardia. Burdisso, quindi, parte sfavorito e la scelta potrebbe ricadere su di lui. Sugli esterni Cassetti e Riise sono ´insidiati´ da Rosi e Castellini. Un titolare potrebbe riposare. Forse il norvegese. In porta Julio Sergio che ieri ha scherzato con i tifosi sulla sua inoperosità a Torino: «Lì ho preso freddo», in panchina ancora Doni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>