Andreazzoli: “Destro-Osvaldo? Meglio da soli. Domani i giudizi positivi spariranno.

di Antonio Commenta


La Roma questa sera ha imposto il silenzio stampa ai propri calciatori e quindi l’unico a parlare dopo la sconfitta interna contro il Chievo, sarà il tecnico Andreazzoli. Queste le dichiarazioni rilasciate dall’allenatore al termine della sfida contro i veronesi:

“La difesa a tre e i due centravanti? Avevamo un’idea che non siamo stati bravi a perseguire durante il corso della gara. Nel primo tempo la nostra manovra era farraginosa, dovevamo provare a chiudere la gara molto prima. Nel finale è arrivata questa beffa. In difesa non abbiamo sofferto molto, ma sapevamo che loro sono molto bravi nelle ripartenze. Destro e Osvaldo insieme dal primo minuto? Era una situazione nuova ed abbiamo voluta provarla. Forse vanno meglio da soli. Pensavamo di aprire maggiori spazi con Destro sulla fascia destra, ma non siamo stati bravi a sfruttare questa situazione. In ogni caso avevamo creato alcune occasioni che avremmo potuto sfruttare meglio.Nel primo tempo, pur con difficoltà, potevamo concluderlo in vantaggio. Nel secondo tempo tante occasioni ma nessuna costruita nel migliore dei modi. Sugli esterni non abbiamo fatto le cose che potevano premiarci. Il contropiede lo abbiamo subito solo quando hanno segnato, sapevamo che sono molto abili a creare situazioni di quel tipo ma non li abbiamo mai sofferti in modo particolare. I problemi ci sono stati nella costruzione farraginosa. Avevamo posto l’attenzione nel mettere forze fresche, l’attenzione era rivolta anche al fatto di dover recuperare energie. Però effettivamente non posso che confermare come la partita ha espresso un giudizio negativo. Fischi durante il minuto di raccoglimento per la morte di Andreotti? Mi hanno meravigliato i fischi nel minuto di raccoglimento. Non mi era mai successo e mi hanno lasciato molto perplesso.
Il futuro? Tutti i giudizi positivi degli ultimi due-tre giorni, domani verranno modificati a causa del risultato della gara. Non credo di essere stato così bravo da meritare titoloni prima della gara di oggi e nemmeno così asino da meritare giudizi negativi da domani. Il calcio, però, è questo. Non è la prima volta che mi capita di perdere nel finale a causa  di un solo tiro in porta.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>