Roma-Lazio: tutte le dichiarazioni dei protagonisti. Borriello: “Contento di aver reso felici i tifosi”. Ranieri: “Reja con noi non vince mai”. Pradè: “E’ bello vincerne quattro consecutivi”. De Rossi: “Ogni derby è come se fosse il primo”. Simplicio: “Che soddisfazione”. Reja: “La fortuna gira sempre dalla loro”. Vucinic: “La Roma si ama”

di Redazione Commenta

Roma-Lazio: tutte le interviste dei protagonisti del derby di Coppa Italia:

De Rossi a Roma Channel:
“La primavera? Complimenti a papà per la partita. Per me ogni derby è come se fosse il primo, ma sono tranquillo quando scendo in campo, prima ero elettrizzato e impaurito dall’esito. Per noi della Roma vincere un derby è un’altra cosa. Il Cagliari? Molto difficile, dopo i derby abbiamo preso tante batoste. La Lazio non è una squadra inferiore. Quest’anno stiamo giocando meglio i derby rispetto all’anno scorso. Stavolta volevamo giocare tutti di solito il primo turno di Coppa è un pò snobbato. Il morale? Siamo una grande capitale e insieme una piccola provincia, siamo un gruppo di brave persone, gli screzi ci stanno ma si va avanti”.

Montali in zona mista:
Felici per questa vittoria, ci teniamo a questa competizione. Quest’anno credo che abbiano inventato questa formula per evitare una finale Roma-Inter, una parte del tabellone molto ostica. Sarà una sifsa importante. Il primo tempo? Non è stato bello, è vero, ma i derby vanno giocati cosi e siamo stati premiati. Ringrazio i tifosi, con un pubblico così le energie raddoppiano. Ora giochiamo una partita alla volta, abbiamo un giorne di ritorno in cui affrontiamo fuori casa solo l’inter tra le grandi. Lo spogliatoio? Tutto quello che succede da fuori può sembrare eclatante”.

Riise dal suo blog ufficiale:
“I derby sono sempre partite speciali ed è stato buono vincere stasera. Ora, subito dopo la partita, è difficile descrivere come ci si sente meravigliosamente bene, perché questo era così incredibilmente importante per il club, i nostri tifosi fantastici ed i nostri giocatori. Abbiamo giocato così e così il primo tempo ma siamo cresciuti in modo significativo nel secondo tempo. Tatticamente è stata una buona partita da parte nostra. Ora abbiamo battuto Lazio in quattro partite di fila. Sento che siamo in buona forma e dobbiamo continuare a lavorare duramente perché ci sono molte partite importanti davanti. Sono molto soddisfatto del mio impegno oggi – soprattutto in difesa – e pensare ancora una volta che in quattro dietro abbiamo lavorato bene insieme. Ora  ci aspetta la Juventus  nei quarti di finale della Coppa di mercoledì della prossima settimana, ma prima ci troveremo ad affrontare il Cagliari a casa nella partita di campionato di sabatao sera.  Non vedo l’ora di giocare ogni partita:-)”

Pradè alle radio:
“Vincere il derby è bellissimo stasera voglio godermelo. Il turn over? Si deve diventare maturi in questo e dobbiamo essere bravi noi a farlo capire ai ragazzi. Piano piano. Siamo partiti male ma poi poca roba, abbiamo fatto una strada molto positiva. La Juve? Ora ci godiamo la vittoria che non è male. E’ bello vincere, ne abbiamo vinti quattro consecutivi e va bene così. Godiamoci questo, per noi questa partita è come una gara di Champions”.


Giorgio Rossi in zona mista:
“I derby più belli? Quelli quandoo la Lazio era in serie B. Che non si goicavano. Quatro derby vinti nella stagoipne solare. Quelli di Zeman sono stati persi. Ora speriamo di fare 5. Quando vinciamo la gioia è immensa. I ragazzi nello spogliatoio non è vero che litigano hanno festeggiato. Derbi dedicato a Totti. Gli regaleremo sto centesimo”.



Ranieri a Rai Sport:
“E’ stato molto bello il nostro secondo tempo. La prima frazione è stata della Lazio, bisogna ammetterlo. Abbiamo subito l’infortunio di Adriano. Gli è uscita la spalla e poi è stata rimessa a posto. Ho aspettato il primo tempo per vedere come andava. Poi ho preferito mettere Vucinic e Menez. Jeremy attraversa un grosso perido di forma e lo devo centellinare perchè è troppo importante per noi. L’ Inter? E’ la squadra da battere. Sappiamo che è la principale candidata allo scudetto e gli altri si devono impegnare per far si che lo vinca. Il rigore della Lazio? Zarate è andato sull’esterno e non verso il centro quindi l’espulsione di Juan non c’era. Se Reja venisse agli aggiornamenti con gli arbitri lo saprebbe. Reja con noi non vince mai? A noi va bene così! (ride n.d.r). Gli “scazzi” fanno bene? Se andiamo bene così fanno bene. Sono piccole problematiche che ci sono in goni squadra. Da noi vengono più fuori, noi dovremmo stare più sereni e non farle uscire. Ma in ogni famiglia c’è sempre qualcuno che le fa venire fuori. Dovremmo stringerci di più tra noi. Simplicio? Dopo la prima parte di campionato perchè ha giocato poco è entrato in carburazione e sta facendo quello che tutti ci aspettavamo. E’ un altro giocatore in più. La critica ovviamente parla dei tenori li davanti, ma anche a centrocampo ho grandi giocatori”.

Marco Borriello a Rai Sport e in zona mista:
“Saluto sempre Leonardo con grande affetto. E’ stato un grande maestro prima come compagno di squadra e poi come allenatore. Non è stata la migliore partita della Roma ma siamo stati molto concreti. L’ingresso di Jeremy e Vucinic ha creato superiorità numerica visto che loro con la loro tecnica e velocità riescono a saltare l’uomo meglio di come possiamo fare io e Adriano. Sicuramente a quel punto siamo stati avvantaggiati, uno su rigore netto e sull’altro Fabio è stato fortunato e poi bravo a restare freddo. Per me è un grande piacere giocare con questi giocatori, come lo è stato con Adriano il primo tempo. Lui però rientra da tantissimo e sappiamo che non può essere in forma come Mirko o Jeremy. Ma noi sappiamo che è un grande giocatore che ci darà una grossa mano in questa stagione. Dall’inizio dico che la Roma deve lottare per lo scudetto. Ora anche l’Inter è tornata in carreggiata con arrivo del mister Leonardo. Ce la giocheremo fino alla fine con loro. Chi mi piace di più della Lazio? Un singolo non so. Forse Zarate è quello che fa qualcosa di più interessante. Pero la Lazio è una squadra compatta”.
“Vincere era fondamentale. Siamo contenti di aver fatto felici i tifosi. Ho battuto il rigore questa volta un po’ meglio. Segno con continuità e la squadra vince. Normale poi che tutti vogliano giocare’.

Juan in zona mista:
“Vittoria importante, noi meglio nel secondo tempo. Anche la Lazio è una grande squadra. Mi sto riprendendo, ho avuto anche problemi al ginocchio. Devo rirovare la condizione migliore. Vincere ci da una spinta forte. Juve? E’ un percorso difficile”.



Julio Sergio alle radio e in zona mista:
“E’ bello vincere un derby ancora di più, dobbiamo continuare a vincere, ora giochiamo un’altra gara tosta. Abbiamo giocato una grande gara tatticamente e poi con le sostituzione abbiamo avuto spinta. Ora dobbiamo riposare. Non è mai facile gestire una partita così, per noi era diverso poi era una gara che uno dei due doveva vincere. Si doveva vincere con testa. La Juve? Si possiamo andare avanti non sarà facile ma possiamo provare, la Juve è una grande squadra ma ci possiamo riuscire, non sarà facile. Ho fatto sempre grandi partite con la Lazio. Abbiamo una rosa vincente, la vittioria è giusta. Hernanes? Mi ha spiazzato. Siamo competitivi anche se ci sono squadre che hanno anche più giocatori. Ne abbiamo dato una dimostrazione, giocatori che ad inzizio dell’anno erano ai margini sono diventati fondamentali. La Juve? Non sarà facile. Noi giochiamo sempre per vincere, il prossimo derby? Vediamo”


Mirko Vucinic  a Roma Channel:
“Io non ho mai perso il sorriso, i momenti di follia capita. La cosa più importante è guardare a casa nostra. Dobbiamo continuare a lavorare come sappiamo. L’ambiente a Trigoria? La Roma si ama, lo dice già la parola. Se vengono a Trigoria cinque minuti si fanno un sacco di risate“.



Simplicio a Roma Channel:
“Segnare al derby il gol vittoria è una soddisfazione, passare il turno per noi era importantissimo, siamo stati attenti fino in fondo. Sul gol sono stato freddo e fortunato. Io sento il derby da quando ho firmato. Sono contento anche per i tifosi. Speriamo che questa vittoria ci dia ritmo”.



Reja a Rai Sport al termine dell’incontro:
“E’ una costante. Ma la buona  sorte gira sempre dalla loro. Meritavamo miglior sorte, eravamo sempre più reattivi di loro. L’inserimento di Menez ci ha creato dei problemi. Ci può stare ma se avevamo più determinazione…comunque una buona prestazione. Ce l’abbiamo messa tutta. Tutti i ragazzi hanno fatto una prestazione oltre la sufficenza. Abbiamo trovato lo spirito giusto e la condizione. Dobbiamo continuare su questa strada”.


Marco Borriello a Roma Channel nel prepartita:
“Il Derby? Ho sensazioni positive. Cercheremo di fare una gran bella partita di divertire il pubblico e di passare il turno. Sono emozioni particolari, me ne sono accorto già nel tragitto da Trigoria allo stadio, l’adrenalina dopo sarà ancora più forte. Ci giochiamo l’accesso ai quarti di finale; sarà una partita molto dura, ce la metteremo tutta e cercheremo di portare a casa la qualificazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>