Mondiali, Brasile: Kaka squalificato. Roma tifa Julio Baptista, mai come stavolta

di A.B. 1


L’espulsione per doppio giallo – ingiusta, inesistente – rimediata da Kaka nel corso della gara tra Brasile-Costa d’Avorio, spalanca le porte della Nazionale verde oro a Julio Baptista. Se è vero – come ribadito più volte da Carlos Dunga – che il giallorosso è in Sud Africa per fare il vice del centrocampista del Real Madrid, ciò significa anche che contro il Portogallo, il Ct carioca dovrebbe affidarsi alla Bestia. E consegnargli una maglia da titolare. E improvvisamente, l’illuminazione: vuoi vedere che è tutto scritto? Ovvero: Kaka espulso ingiustamente, Baptista che sta con un piede e mezzo lontano dalla Capitale ma con mezza scarpa risiede ancora a Roma solo perchè nessuno pare orientato a sostenere il duplice onere di pagarne cartellino e stipendio, alle porte la terza gara di qualificazione di Juan e compagni. E se qualcuno – la sorte, il fato, il destino – avesse deciso di dare una mano al club capitolino? In che senso: l’unico modo che si ha per far crescere di valore il cartellino della Bestia e mettere qualche club nelle condizioni di accettare la sfida pare essere proprio questo. Che l’ex madrileno disputi contro Ronaldo e compagni una partita strepitosa. Roba da 8 in pagella con qualche gol in valigia. E allora, già mi immagino che i tifosi capitolini – Rosella Sensi in primis – non vedano l’ora di fare il tifo per l’attaccante come poche altre volte accaduto. E, nel caso, si è tutti pronti a ringraziare di cuore l’arbitro Lannoy e Keita, artefici del rosso a Kakà. Che non si dovrebbe avvallare comportamenti negativi, lo so. Ma se l’alternativa è restare con Baptista sul groppone, costretti all’immobilismo sul mercato. Bhè, per una volta anche Kakà – che è sempre tanto cortese e cordiale – può arrivare a capire.


Commenti (1)

  1. Ah yes, nicely put, evryeone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>