Maroni sulla tessera del tifoso: “Niente rinvii, tutti si adeguino o ne pagheranno le conseguenze”

di Redazione Commenta


Spread the love
Il ministro Maroni torna a parlare in merito alla Tessera del Tifoso, annunciando che non ci sarà nessun rinvio: “Non ci sarà nessun rinvio; la Tessera sta mettendo in difficoltà chi non ha voluto adeguarsi in tempo, magari pensando che continuando a non adeguarsi il Ministero potesse ripensarci. Non è così: ne parliamo da due anni, c’è stato tutto il tempo… E’ un po’ il malcostume italico quello di non adeguarsi alle novità e poi arrivare il giorno prima a chiedere un rinvio; l’abbiamo già fatto un rinvio, per altro, con l’impegno di tutte le squadre ad adeguarsi in tempo utile per l’inizio del prossimo campionato. C’è una lettera scritta, con l’impegno di tutti: quindi non vedo, francamente, necessità di rinvii”.
Maroni accenna poi alle conseguenze per chi non dovesse uniformarsi alla direttiva: “Se uno non si adegua è perché ha deciso di non adeguarsi, cioè di non rispettare l’impegno che formalmente ha assunto nei confronti del Ministro dell’Interno, con una lettera. Dopo di che, se così sarà, ne subirà le conseguenze, naturalmente”.
 Le parole del ministro Maroni in merito alla Tessera del Tifoso: “Non ci sarà nessun rinvio; la Tessera sta mettendo in difficoltà chi non ha voluto adeguarsi in tempo, magari pensando che continuando a non adeguarsi il Ministero potesse ripensarci. Non è così, ne parliamo da due anni, c’è stato tutto il tempo… E’ un po’ il malcostume italico quello di non adeguarsi alle novità e poi arrivare il giorno prima a chiedere un rinvio; l’abbiamo già fatto un rinvio, per altro, con l’impegno di tutte le squadre ad adeguarsi in tempo utile per l’inizio del prossimo campionato. C’è una lettera scritta, con l’impegno di tutti, quindi non vedo francamente necessità di rinvii“.
Maroni accenna poi alle conseguenze per chi non dovesse uniformarsi alla direttiva: “Se uno non si adegua è perché ha deciso di non adeguarsi, cioè di non rispettare l’impegno che formalmente ha assunto nei confronti del Ministro dell’Interno, con una lettera. Dopo di che, se così sarà, ne subirà le conseguenze, naturalmente“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>