Bayern Monaco-Roma: anche Van Gaal ha i suoi problemi

di Redazione Commenta


Dal Corriere dello Sport:

Tremila tifosi, molte donne e bambini, cori di simpatia, applausi, autografi, abbracci, il sor riso rivolto al telefonino che scatta la foto ricordo dell’abbraccio con il campione del cuore. L’allenamento del Bayern ieri mat tina è stato una festa. Il mezzo capitombolo casalingo col Werder Brema (0-0) non lascia traccia nell’umore dei fedelissimi, ma induce il gruppo all’autocritica. L’anno scorso, la partenza era stata ancora più insoddisfacente (solo 2 punti dopo tre partite, ora i punti sono 4) però alla fine sono arrivati scudetto, coppa di Germania e finale di Champions. Van Gaal ha dimostrato che di lui ci si può fidare. L’ANALISI – Il mister olande se è stato molto chiaro : «Non abbiamo sfruttato le nostre occasioni. Purtroppo, non tutti i giocatori sono al massimo della condizione. Per questo perdia mo spesso il pallone. Nella ripresa il nostro gioco mi ha soddisfatto, ma il problema è che dobbiamo fare gol» . Senza risparmiare una frecciatina ai suoi at taccanti : «Non ci si può allenare a metterla dentro. Gli allenamenti servono a creare un tipo di gioco». Per la prima volta dopo 14 gare all’Allianz Arena il Bayern non ha segnato in casa. Ribery ci ha provato più di tutti (3 tiri e 3 passaggi invitanti) ma dopo­domani è squalificato. Altro dato negativo col Werder: perduti il 54 per cento dei contrasti. Scarsa iniziativa dei centrocampisti. ll terzino Philipp Lahm ha giocato il maggior numero di palloni (96).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>