Serie A: all’Olimpico c’è Roma-Genoa

di Daniele Pace Commenta

Serie A con uno start di fuoco, visto che all'Olimpico c'è Roma-Genoa. Il Grifone si sta rinforzando alla grande

Roma-Genoa

La Roma è reduce da una stagione deludente terminata con un anonimo sesto posto, valso la qualificazione ai preliminari di UEFA Europa League. L’annata dei capitolini, inoltre, è stata contrassegnata dall’esonero di Eusebio Di Francesco, rimpiazzato dal traghettatore Claudio Ranieri. L’artefice del miracolo del Leicester, tuttavia, pur essendo molto legato all’ambiente giallorosso non è stato riconfermato e al suo posto Pallotta ha scelto il portoghese Paulo Fonseca, ex tecnico dello Shakhtar Donetsk.

Società e squadra sono cambiate profondamente. Non c’è più Monchi, tornato a fare il ds al Siviglia, non c’è più Totti che ha lasciato in aperta polemica con la proprietà americana. La rosa, invece, ha perso Manolas, ceduto al Napoli, El Sharaawy, volato in Cina, e il giovane Luca Pellegrini, venduto alla Juve. Il vuoto più grande – specialmente nel cuore dei tifosi – l’ha lasciato lasciato l’addio di Daniele De Rossi.

Cosa aspettarsi da Roma-Genoa

Dopo 18 stagioni con la lupa sul petto, Pallotta e Fienga hanno lasciato scadere il contratto del centrocampista di Ostia. Consultando le quote serie a stilate dai bookmakers si può infatti notare come l’1 degli uomini di Fonseca venga offerto con una quota di molto più bassa rispetto a quella altissima proposta per il 2 del Genoa. Discretamente alta anche la quota per il pari. Molto tirati i pronostici sul numero di goal, con quote di differenza minima tra under 2,5 e over 2,5, mentre il no-goal presenta una quota inferiore rispetto al goal-goal.

Dopo un primo momento in cui sembrava potesse accettare un’altra destinazione in Serie A, DDR ha preferito volare dall’altra parte del mondo firmando con gli argentini del Boca Juniors piuttosto che indossare una maglia diversa da quella giallorossa in Italia. A Trigoria, tuttavia, non ci sono stati soltanto addii ma anche volti nuovi. Uno di questi è quello del portiere Pau Lopez, prelevato a peso d’oro dal Betis Siviglia (quasi certo il suo arrivo prelude alla partenza di Olsen), gli altri sono invece quelli di giocatori già noti al nostro campionato come Leonardo Spinazzola, Jordan Veretout e Gianluca Mancini.

Per capire quale impatto possa aver avuto il tecnico portoghese in queste settimane di preparazione bisognerà attendere la prima giornata di Serie A, in programma il 24, 25 e 26 agosto. La Roma esordirà davanti ai tifosi di casa sfidando il Genoa. La gara tra giallorossi e rossoblu in programma allo Stadio Olimpico alle 20:45 di domenica 25 agosto vede come favoriti i padroni di casa

La sfida dell’Olimpico sarà interessante anche perché metterà di fronte la Roma e un vecchio cuore giallorosso come Aurelio Andreazzoli, attualmente allenatore del Genoa ma legatissimo alla Roma, squadra in cui è stato per anni collaboratore di Luciano Spalletti. L’ex allenatore dell’Empoli ha raccolto l’eredità di Cesare Prandelli, non confermato al termine di un’annata in cui i grifoni hanno centrato la salvezza soltanto all’ultima giornata e a lui spetta portare i liguri a una tranquilla permanenza nella massima categoria, e se per caso dovesse capitare, anche a competere per un obiettivo più importante come un’ipotetica qualificazione europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>