Con Il Lione non basta la vittoria

di Daniele Pace Commenta

La Roma non riesce a passare gli ottavi di Europa League contro il Lione, nonostante un'evidente superiorità, e il disastro del secondo tempo dell'andata.

La Roma non riesce a passare gli ottavi di Europa League contro il Lione, nonostante un’evidente superiorità, che paga però, il disastro dei secondi 45 minuti dell’andata. Una Roma che si è dimostrata più forte, dominando tre tempi su quattro (sulle due partite), esce per il crollo fisico nel secondo tempo di Lione, e conferma ancora una volta di essere una squadra forte, ma non una grande squadra. Se ieri il primo tempo fosse finito 3 a 0, nessuno avrebbe avuto da ridire. Una traversa, occasioni clamorose, oppure i giallorossi hanno chiuso la frazione di gioco con un misero 1 a 1. La Roma paga i suoi limiti, non le sue colpe, che tali diventeranno se la società non porrà rimedio ai suoi errori, primo fra tutti, quello di non avere un’alternativa a Dzeko, che ha bisogno evidente di tirare il fiato, ma semplicemente non può. Bruno Peres è l’altro disastro della serata, un giocatore che non riesce a dare nessun contributo utile. Ma la Roma, nel secondo tempo, è sembrata di nuovo a corto d’ossigeno, con i giocatori che attaccavano solo con la forza dei nervi, e non con la testa e la corsa. La Roma di due mesi fa avrebbe stracciato questo Lione, che non meritava di passare, questa di oggi ha perso l’ennesima occasione per essere grande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>