La Roma double-face di Lione

di Daniele Pace Commenta

Ieri sera è andata in onda la Roma double-face. Una squadra ottima nel primo tempo, dominato e in vantaggio, una squadra spenta nel secondo.

Ieri sera è andata in onda la Roma double-face. Una squadra ottima nel primo tempo, dominato e in vantaggio, una squadra spenta nel secondo, che è riuscita a incassare 3 gol che mettono a rischio la qualificazione al prossimo turno di Europa League. La Roma, in 9 giorni, ha praticamente vaporizzato i tre obbiettivi stagionali, anche se non tutto è perduto. Il problema reale sembra la condizione atletica oggi piuttosto scarsa, che non fa ben sperare per i turni di ritorno nelle due coppe. La Roma del primo tempo di Lione potrebbe tranquillamente passare il turno, quella del secondo assolutamente no. Bisognerà vedere se in una settimana, i giallorossi riusciranno a ritrovare brillantezza. Ieri sera, negli ultimi 10 minuti, Strootman era praticamente fermo, Peres saltato sistematicamente, i difensori sembravano pesanti birilli. Il gladiatore Nainggolan sostituito, e chi è entrato ha fatto forse peggio. Questo dovrebbe essere la risposta a chi accusa Spalletti di aver tardato a fare i cambi. Dzeko ha bisogno di tirare il fiato, ma la Roma non ha un centravanti di riserva che posso farlo riposare. Il calo di condizione è evidente, ma forse c’è anche qualcos’altro, a vedere chi è entrato per quelli che dovevano essere dieci minuti di fuoco, e invece sono stati un imbarazzante momento “dovuto”. Tra una settimana il ritorno con il Lione, forse troppo presto per una risposta fisica, poi vedremo qual’è il vero male della squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>